Tutte le news

Eccellenza Italiana

Quando si parla di vino italiano, l'alfabeto è molto corto: le eccellenze e i punteggi più alti raramente se li aggiudica qualcuno senza la B - quella di Brunello, Barolo, Barbaresco e Bolgheri -, ma un fuori quota c'è sempre, bisogna aggiungere la "A" di Amarone per completare il quadro dell'eccellenza rossa italiana. Soprattutto se visto dall'estero.

L'Amarone nasce da una terra generosa per il vino, la Valpolicella (nel veronese), ma è giovanissimo. Commercializzato per la prima volta nel 1953, il riconoscimento della Doc arrivò nel 1963 e, finalmente, la Docg nel 2010.
In Valpolicella c'è un mix straordinario e raro di sana imprenditoria italica, gusto per la tradizione e ricerca enologica unite a una grande volontà di perseguire l'eccellenza. Tra i nomi sacri nominiamo subito Bertani, con una spettacolare gamma di vini dagli anni '60 a oggi, che a ogni uscita regala emozioni particolari.

Estratto dalla rubrica Enomania a cura di Andrea Gori, Business People di Ottobre 2015.