Tutti i territori

Valpolicella Valpantena

Il nome Valpantena, valle di tutti gli dei, deriva dal panteon costruito all’imbocco della valle che ne evidenziava la particolare vocazione agricola, riconosciuta fin dall’epoca romana.

I fratelli Bertani, originari di Quinto di Valpantena, scelsero di rimanere in questa valle per iniziare l’attività vitivinicola nella metà dell’Ottocento, la prima viticultura specializzata nel panorama veronese. Qui sperimentarono metodi di coltivazione innovativi che anche oggi privilegiano la qualità. Sempre qui, a Grezzana, ha ancora sede l’azienda, nella storica cantina.

La Valpantena - a nord-est di Verona - è una valle prealpina larga tre chilometri e lunga dodici, che occupa la parte centrale dei Monti Lessini. E’ una superba distesa di terreni marno-calcarei, contenenti grandi quantità di ferro. Caratteristiche, queste, che permettono quelle note speziate e minerali dei frutti che vi si producono e che bene distinguono le sue uve da quelle delle altre vallate della Valpolicella. Il clima della Valpantena presenta notevoli escursioni termiche, con notevole variabilità tra giorno e notte. Queste si uniscono all’ottimale e prolungata esposizione giornaliera della valle al sole, col risultato di una qualità molto alta dei frutti prodotti. Per le caratteristiche particolari che si riscontrano nelle uve e poi nel vino, alla Valpantena è riconosciuto ufficialmente, all’interno della Denominazione di Origine Controllata Valpolicella, lo status di vero e proprio "cru", unico tra le sette vallate che compongono la Valpolicella vinicola. Dalle uve coltivate nei vigneti Bertani (Corvina principalmente, Rondinella ma anche Sangiovese e Cabernet Sauvignon) produciamo tutt’oggi i vini più conosciuti, come il Secco Bertani, l’Amarone della Valpantena e il Recioto.